venerdì 28 marzo 2014

Plumcakes ai pistacchi (gluten free)


Già da quando cominciava a muovere i primi passi mio figlio era generoso di suo e predisposto, per sua naturale inclinazione d'animo, a condividere giochi e merende. Fin troppo. Crescendo...ha preso il pelo...e non ha perso il vizio ! Così ogni tanto devo ricordargli che non è sempre indispensabile che lui porti la merenda a tutto il clan dei maschi - per fortuna le "gallinelle" ossessionate dai cm-grammo per lo più disdegnano il vile carboidrato e scelgono i nobili vegetali. O meglio gli ricordo che così facendo non si può poi stupire se di un plumcake formato famiglia dopo due giorni non restano che briciole e lui non ha più nulla per la colazione ! Animato da questo suo slancio da buon samaritano ciclicamente torna alla carica con sua madre e strusciandosi come un gatto la supplica di preparargli qualcosa che vada bene anche per il suo amico Riccardo celiaco che, dice lui, lo guarda sempre con occhi da cerbiatto abbandonato (si...certo...come no...ve lo vedete un adolescente "cerbiatto style" ???) perché escluso dal clan della merenda. Così la madre di quando in quando, vincendo la sua nulla propensione al "togli-aggiungi-sostituisci-modifica" di ricette già perfette di per sé, perché "studiate-pensate-calibrate" da super professionisti della pasticceria...ci prova. E scopre pure che quel che ne esce nulla di meno ha della ricetta originale.

Ingredienti per 7 mini plum cakes
150 g di uova (3 medie)
100 g di zucchero semolato
100 g di farina di riso
50 g di amido di riso
6 g di lievito
125 di yogurt intero
70 g di olio di riso
50 g di pasta pura di pistacchi di bronte (o di pistacchi)
50 g di granella di pistacchi

Tirare fuori per tempo dal frigo le uova e lo yogurt in modo che raggiungano la temperatura ambientale.
Montare in planetaria con la frusta (o con uno sbattitore casalingo) le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio, areato e spumoso.
Unire, mescolando delicatamente a mano con una spatola, le polveri setacciate con il lievito.
Miscelare yogurt, olio e pasta di pistacchi. Io uso esclusivamente la pasta in purezza fatta con i pistacchi di Bronte, ovverosia quella realizzata solo ed esclusivamente con i pistacchi. Nel dubbio la potete tranquillamente preparare da sole con un frullatore casalingo, azionandolo ad intermittenza (in modo da non surriscaldare i pistacchi) fino ad ottenere una pasta liscia.
Unire i liquidi al precedente composto, sempre mescolando delicatamente, con movimenti dal basso verso l'alto, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Da ultimo, unire la granella di pistacchio, tenendone una parte per la decorazione in superficie.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per venti minuti circa.

23 commenti:

  1. ficaram bem lindos e nesse formato são um encanto, uma receita deliciosa e com ingredientes bem saudáveis.

    beijinhos

    RispondiElimina
  2. Cristy hai proprio un ragazzo splendido,la condivisione è una cosa meravigliosa e poi come non essere orgogliosa di una mamma come te che fa diventare un capolavoro anche un semplice plumcake :-)

    RispondiElimina
  3. Finora anche io non mi sono mai cimentata con lo sperimentare il gluten free. Ma poi mi sono lanciata, complice anche il lavoro che faccio (sono nutrizionista) ho scoperto il piacere di sperimentare anche con prodotti naturalmente gluten free, buoni, economici (rispetto ai prodotti senza glutine preparati dalle aziende) e che fanno fare un figurone :)
    I tuoi plum cake sono di quelli e ben venga lo spirito del tuo figliolo, che oggi di generosità se ne vede ben poca in giro :)
    Buon weekend :)

    RispondiElimina
  4. Ma che bravo questo figlio che si preoccupa per i suoi amici... E che brava questa mamma che lo asseconda! :) Pistacchio e farina di riso... Ci credo che questi plumcake non abbiano nulla da invidiare alle altre ricette!

    RispondiElimina
  5. Esperimento riuscitissimo!
    ...devi essere molto fiera di tuo figlio e della sua generosità! ;-)

    RispondiElimina
  6. Direi un esperimento riuscitissimo...brava e complimenti per il figliolo che si preoccupa dei sentimenti dei suoi amici

    RispondiElimina
  7. anche a mia figlia spesso succedeva così quando portava la merendina...però preferisco la generosità che l'egoismo, è bello che tuo figlio sia così!
    E poi se i dolcetti sono buoni come questi piccoli cake....come resistere?!

    RispondiElimina
  8. Tuo figlio non poteva che venire fuori un'anima bella e generosa... da una madre che prepara la merenda " senza" anche per gli amici intolleranti, non c'è da stupirsi... Sei una donna meravigliosa e questo va sottolineato... e visto che sulle ricette senza glutine, in particolar modo sono poco ferrata prendo spunto... anche perchè , nonostante non abbiamo problemi è da un pò che mi sto cimentando in preparazioni "senza" anche in virtù di una consapevolezza maggiore del cibo.... come sempre grazie degli spunti cri:* ti mando un abbraccio grande:)

    RispondiElimina
  9. Estupendo se ve delicado, hermoso y delicioso me encanta libre de gluten,abrazos:)

    RispondiElimina
  10. Cara Cristina, non sai come ti capisco! Stiamo nella stessa barca: qui da me non solo si preparano le merende, ma anche le torte di compleanno e anche le torte e i dolcini per gli innamorati. :-)
    Si vede che tuo figlio sa che sei bravissima e anche disponibile. E se gli piace offrire la merenda agli amici è solo una cosa buona!
    La ricetta gluten free di questi plum cake è degna di nota, anche perchè cercavo una ricettina particolare per una mia amica celiaca. E quegli stampini? Sono adorabili, non li ho mai visti piccoli così!
    Buona domenica e a presto :-)

    RispondiElimina
  11. Cara Cristina, ammiro tantissimo tuo figlio in quanto è una persona generosa con i suoi amici, e questa sua virtù è degna di ammirazione e non sempre riscontrabile, specie in questi tempi, in cui al primo posto molti tendono a mettere i propri egoismi e gli altri vengono in secondo piano (se non all'ultimo) inoltre ha la fortuna di avere una mamma speciale e bravissima come te che sa preparare dolci meravigliosi, perfetti e buonissimi come questi favolosi plumcake...si vede benissimo dalla foto che hanno una consistenza sofficissima come piace a me, ti faccio i miei migliori complimenti:)) inoltre adoro il pistacchio, mi piacerebbe provarli, penso sia possibile realizzarli anche in un unico stampo da plumcake:))
    un bacione e buona domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
  12. niente male dire, anche con una variante alla nocciola, o alla mandorla....insomma, sono senza ma sono buoni (senza se e senza ma...oggi mi vanno i giochi di parole...sopportami eehhehe)
    Un abbraccio!
    Leo

    RispondiElimina
  13. eccomi e grazie! per due motivi: 1. per la splendida partecipazione e 2. perché mesi fa mi hanno fatto trovare in occasione di una festa di compleanno un plumcake al pistacchio senza glutine...ho apprezzato molto il gesto ma il dolcetto era secco e poco appetibile. Mi ero ripromessa di farlo a casa e l'ho dimenticato...ora tu qui che mi offri? proprio questo! sarà un messaggio subliminale? fantastico, copiato! un bacio

    RispondiElimina
  14. Per me questi mini plum cake sono adorabili ed immagino buoni anche per i buoni sentimenti che tuo figlio ha avuto per l'amico ....io spesso faccio dolci con la farina di riso e sono sofficissimi ...e' bello avere ricette per chi e'celiaco che nulla hanno da invidiare a quelle classiche!! Carina la foto ;-)

    RispondiElimina
  15. Buono!!!Passo la ricetta a mia cugina che è celiaca, la troverà squisita, ma la faccio anch'io!!! perché senza glutine non significa mica senza gusto!!!!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
  16. i pistacchi per me sono un qualcosa di speciale e nel plumcake li trovo ottimi...complimenti di cuore cara Cri!

    RispondiElimina
  17. Che dolce tuo figliolo :) Be con una mamma super brava come te è comprensibile che lui voglia condividere tante bontà con i suoi amici...tanto ne farai ancora e poi ancora..... :) Ma quanto sono carini quei mini cake, e poi il pistacchio di bronte è l'ingrediente magico, sapore unici. Bacioni grandi, Angela

    RispondiElimina
  18. Beh dai, devi essere orgogliosa che sia generoso, lo so nella vita questa cosa non sempre paga ma ti fa sentire bene con te stesso. Bello il tuo dolce gluten free, sai che a me piace un casino la farina di riso? La uso spesso nei dolci, li trovo più "leggeri"

    RispondiElimina
  19. Mi piace l'idea dell'adolescente miscione... anche le mie vanno sul felino.. ma graffiano! Ci credo che comunque ti chieda sempre qualcosa da condividere.. guarda che spettacolo!!!! Un bascione cocca!!!

    RispondiElimina
  20. A casa mia deve vivere l'unica adolescente femmina che fortunatamente non ha problemi di bilancia e mangia dolci e biscotti sempre fatti da mamma sotto ordinazione e non li porta a scuola ma quando vengono i suoi amici a studiare chiede sempre loro " per merenda che ordino a mamma?" Va be dai nella realtà siamo strafelici di avere questi problemi stupidi con i nostri figli e con tutto quello che si sente in giro dovrei andare ad accendere un cero tutti i giorni per la meraviglia di figlia che ho ( magari sarà anceh un pò merito nostro di mamme'!) Fantastici questi mini cake ma la pasta di bronte dove la posso trovare ?
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  21. Mia cara Cristina, ma come non ero ancora tua follower? Gosh! Comunque tranquilla ho ricevuto i link alle tue ricette e le sto inserendo subito. Questa finisce dritta dritta fra i dolci per la colazione, bellissima! Quanto a tuo figlio, almeno ti da soddisfazione. La mia non si accontenta di quello che preparo per mio piacere: lei ordina! E spesso è qualcosa che contiene cioccolata! Vabbè. In bocca al lupo e vado a leggere l'altra. Baci Pat

    RispondiElimina
  22. Approdiamo per la prima volta nel tuo blog! Adorabili questi mini plumcake, tra l'altro abbiamo appena comprato degli stampini molto simili ai tuoi! Questi devono essere davvero particolari...
    Pancetta Bistrot

    RispondiElimina